lunedì 22 febbraio 2010

Amo le gite fuori porta.

Domenica mattina. Dopo aver fatto colazione guardo le previsioni del tempo per la giornata in corso, e per il resto della settimana. Oggi e domani addirittura sei gradi, record stagionale. Tanto per non smentirsi, la neve tornerà da martedì a domenica. Sento un impulso che mi spinge ad uscire fuori per godermi questi ultimi scampoli di sole. Non mi va di rimanere a Boston, ieri sono tornata a piedi dal mercato, e ho camminato per ben 4 km attraversandola tutta. Beh che c'è di strano, voi preferite correre su un tapis rulant dentro quattro mura, e io invece preferisco camminare all'aria aperta. C'est la vie. Apro il sito internet con gli orari dei treni, leggo nomi di città che cerco sulla mia lonely planet, e alla fine decido di andare a Providence, che si trova ad una sola ora di distanza ed è visitabile in giornata. Providence è la capitale dello stato americano più piccolo, il Rhode Island. E' stata fondata da un prete fuggito da Boston perché cacciato dai puritani, e le ha dato il nome in onore alla divina provvidenza. Appena sono arrivata, una volta uscita dalla stazione, resto colpita dalla magnificenza della bianchissima state house. Peccato che sia l'unica cosa veramente degna di nota, oltre alla cheesecake factory, qualche metro più in là. Oggi il cielo è incredibilmente terso, di un blu che non ho mai visto prima nel New England, e spero che la primavera da queste parti possa stupirmi ancora. Se volete vederlo anche voi, ho messo le foto qui. Anche a Providence la zona centrale si chiama Downtown, ma i negozi sono chiusi e anche la via principale, Westminster Street, è praticamente deserta. La popolazione è divisa a metà fra la pista di pattinaggio sul ghiaccio e il grande centro commerciale. Sono rientrata a Boston verso le sei di sera. Era quasi buio, eppure uscendo dalla stazione di Back Bay in centro, ho visto che le strade erano ancora piene di persone che passeggiavano, e ho pensato che proprio non c'è paragone.

5 commenti:

Ragno ha detto...

"voi preferite correre su un tapis rulant dentro quattro mura, e io invece preferisco camminare all'aria aperta"

ormai ci odi a tutti, solo perchè andiamo in palestra (e fare 4km in città significa prendere 4 tumori...) :'(

kay ha detto...

veramente io credevo che eravate voi a considerarmi strana ;)
io non ho mai odiato nessuno e non voglio di certo iniziare adesso!

susanna ha detto...

il cielo è veramente bello :)

Ragno ha detto...

strana perchè? :)

PS: meglio un tapis roulant che l'asfalto che sfonda la schiena ;)

kay ha detto...

no no, basta respirare il sudore altrui. ARIA aperta :)