giovedì 1 aprile 2010

Miami beach

Miami beach è l'apoteosi del tamarro (ricco). Immaginatevi la fusione dell'atmosfera di Milano marittima, Riccione e Ibiza a ferragosto, moltiplicata per trecento giorni l'anno. Ho visto più ferrari oggi girare su Ocean Drive, che in tutta la mia vita in Italia. Le auto più gettonate sono Mustang, Porsche e Corvette. Ho anche fotografato una Aston Martin. Se guardate le foto che ho aggiunto in fondo all'album di Miami, tenete conto che sono state scattate un mercoledì pomeriggio di fine marzo, e non oso pensare cosa sia un sabato sera di luglio. Io generalmente i posti come questo li odio un po', ma è tutto talmente esagerato che almeno una volta nella vita va visto. Al mattino abbiamo preso il sole a north beach, dove la spiaggia è meno affollata perché l'acqua è fredda a causa delle correnti. Poi siamo scesi verso la zona south, e dopo aver pranzato in una sandwicherie gestita da un francese pazzo, ci siamo spaparanzati sulla spiaggia a south beach. Inizialmente ero talmente bianca che quasi facevo luce, poi dopo sei ore al sole mi sono abbronzata tantissimo senza bruciarmi. Qui i casi sono due: o le creme solari americane sono migliori delle nostre, o il sole di marzo non fa male quanto quello di agosto. La temperatura era circa di ventisei gradi, ma il sole sembrava scottare molto di più. In giro c'erano molti italiani, al contrario di noi erano tutti apparentemente ricconi. C'è chi giura che uno di loro era nientepopodimeno che il signor Della Valle, che stava rientrando nella sua residenza estiva. Le vetrine di un'agenzia immobiliare ci hanno comunicato che un appartamento vista mare da queste parti costa circa un milione di dollari. Probabilmente se si fosse stramiliardari e ci si potesse pagare pranzi e cene nei migliori ristoranti italiani, Miami potrebbe pure essere una città vivibile.

5 commenti:

Mude ha detto...

Allora quello che si vede nei video dei rapper è vero.

Prossima tappa?

kay ha detto...

Prossima tappa New Orleans, si parte domani!

Anonimo ha detto...

Salutami Lestat se lo vedi.

Francesco ha detto...

Dagospia dice che Della Valle e' a Miami....

kay ha detto...

pensa te, allora era lui veramente!!