mercoledì 25 novembre 2009

La fidanzata perfetta

L'ho trovata. Come chi? La fidanzata perfetta per Jin!
Premessa: un mese fa, l'altra ragazza italiana della scuola mi ha raccontato della sua nuova compagna di stanza Taiwanese.
r: la mia nuova compagna di stanza è strana.
k: che fa?
r: ma tipo che non cena a tavola, impacchetta tutto e si porta i pacchetti in stanza e mangia sul letto.
k: certo che questi asiatici a volte è difficile capirli.
r: e poi quando vuole qualcosa te lo chiede cento volte finché non lo ottiene.
k: che stress.
Giovedì scorso stavo telefonando a mio padre dal voip presente sul mio portatile. Appena metto giù sento un toc toc sulla spalla.
m: sei italiana vero?
k: sì
m: mia compagna di stanza quando parlava telefono diceva sìsì come te, per questo io capire.
k: che culo.
m: posso chiederti un favore?
k: ma veramente stavo andando via.
m: ho prenotato albergo in Italia e non mi hanno mandato conferma prenotazione. Tu chiama.
k: io chiamo. ok. che sfortuna ho finito i soldi nel mio skype....
m: usare mio skype. dare me pc e io fare login.
E insomma, colta da un impeto di generosità chiamo per levarmela dalle scatole il più presto possibile. Il tizio dell'albergo mi promette che manda la conferma la sera stessa.
Il giorno dopo nell'intervallo resto in classe a rispondere ad alcune mail. Arriva lei e si avventa sul mio pc.
m: tizio non manda conferma. tu chiamare ancora.
k: magari la sta per mandare, aspettiamo la pausa pranzo?
m: ma io fretta. mi serve conferma per chiedere visto.
Impreco in turco e richiamo. Il tipo mi dice che ha avuto problemi col pc e io lo supplico di risolverli il più presto possibile.
Passa il week end. Maggie, la nostra eroina, si fionda dentro la mia classe di lunedì mattina mentre mi sto ancora svegliando.
m: tizio mandato conferma.
k: oh bene. così magari ti levi dalle palle, penso.
m: tu fare altro favore.
k: cosa??
m: tu trovare interprete per me e mio amico. noi fare fiera di scarpe a Garda.
k: sento da una mia amica che fa quel lavoro e ti so dire.
Tutta questa gentilezza non è da me. Chiedo alla mia amica interprete che mi da l'indirizzo mail di una compagna di scuola che abita da quelle parti. Giro la mail a Maggie, la quale scrive immediatamente una mail piena di domande del tipo quante volte al giorno vai al bagno, quanto è il tuo reddito, e vieni a prendermi all'aereoporto a Verona vero?
Il giorno dopo me la ritrovo addosso.
m: tua amica ha risposto che non può.
k: e ti stupisci? questa poveretta deve avere pensato che sei una psicopatica(penso). scusa ma io questa nemmeno la conosco (dico).
m: tu "gentilmente" trovare altra.
Io gentilmente è già molto se non le tiro il collo.
[mode bastarda dentro= "on"] Senti, perche' non scrivi una mail alla tua ex compagna di stanza, mi sembra di ricordare che lei sia proprio di Verona [mode bastarda dentro="off"]
E' o non è la donna perfetta per Jin? Io ce la vedrei bene con le cuffiette a papera.

5 commenti:

silvia ha detto...

pauraaa :)))

lyap ha detto...

adoro come scrivi :)
Quando torni a Bologna ti offro un aperitivo da qualche parte ^_^

iri ha detto...

mi scompiscio :D

(però non dimenticare che in realtà.. Jin è miooo!!!!!!)

Ragno ha detto...

sì ma chi sarebbe lo stalker in quel caso? concorso di colpa?

elena gian ha detto...

grandeeeeeeeeeeeeee