venerdì 14 maggio 2010

Esperimento di viral marketing

Il colloquio direi che è andato bene. Si tratta di un lavoro di comunicazione web 2.0, e la responsabile marketing ha apprezzato il mio approccio via e-mail. A proposito di "pretentious" nell'oggetto avevo scritto "sono la persona che stai cercando" e ho iniziato la lettera con un "ciao". Lei mi ha detto che trattandosi di comunicazione internet chi inizia con "Gentile dottoressa" sbaglia tutto in partenza. Questo discorso mi piace perché ha ragione, e perché pur avendo rischiato mi è andata bene. Non si sa mai, volendo potevo anche vedermi rispondere "oh non sono mica tua sorella che mi dai tutta questa confidenza". Il lavoro mi ispira perché è veramente challenging, si tratta di tirare su da zero un sito molto ambizioso, e se chi si occupa della promozione 2.0 ha successo mantiene il posto, altrimenti la società chiuderà queste posizioni. La sede è vicino a Firenze, una città che mi è sempre piaciuta e dove mi sposterei molto volentieri. L'unico momento "unghie sulla lavagna" è stato quando mi ha nominato il contratto a progetto. Dopo undici anni a tempo indeterminato mi è sembrato di subire una retrocessione in serie B, ma poi ci ho riflettuto. La mia paura più grande riguardava il ricongiungimento dei contributi inps per la pensione, perché qualche anno fa non era possibile. Ora visto che siamo tutti sulla stessa barca hanno fatto una legge per cui se uno matura almeno tre anni a progetto poi può ricongiungere il tutto ai contributi inps normali. Per il resto, se il contratto a progetto è veramente un progetto e non ti costringe a timbrare un cartellino giornaliero, non è male per niente. Nel mio ultimo periodo lavorativo avevo ottenuto un contratto di telelavoro flessibile, e se un pomeriggio c'era il sole e volevo uscire a fare una passeggiata, poi recuperavo il lavoro di sera e nei fine settimana. Poi come tutti sapete c'è stata la pausa americana. Dopo tutto ciò tornare a timbrare un cartellino, mi diventerebbe difficile. Se il datore di lavoro capisce che il web è aperto 24 ore su 24, non è più importante il quando e il dove si lavora, ma il come si lavora. Ovviamente se si lavora in team specialmente all'inizio bisognerà essere in ufficio, ma poi mi piace l'idea dell'autogestione, che è comunque controllabile. Se non fai nulla le visite non arrivano e ciao lavoro. Ora, il mio unico problema è che essendo un lavoro fico, a quella azienda stanno arrivando un mare di curriculum diversi e i posti disponibili sono soltanto due. Per una volta, o miei lettori, dopo avervi dato tanto in termini di condivisione delle mie esperienze, sono a chiedervi un piccolo aiuto che non vi costa niente. Anzi vi conviene, perché se vado a Firenze il mio blog continuerà ad essere interessante, e se rimango al paesello presto non avrò più niente da dire.
Praticamente, io vorrei dimostrare alla responsabile marketing che sono effettivamente in grado di muovere traffico web, perché conosco tante persone su internet. Quindi se tu vuoi aiutarmi, ora clicca qui sull'indirizzo del suo blog personale, in modo che lei possa vedere un'impennata nelle sue statistiche e rendersi conto che se vuole lanciare bene quel sito deve avere ME.
Cosa aspetti? Sdebitati!! Ti costa solo un click.
.

17 commenti:

F ha detto...

Se mantiene la parola sul "non ti costringe a timbrare un cartellino giornaliero" è già qualcosa. Di solito sono solo belle promesse. In bocca al lupo!

Dario Salvelli ha detto...

Ho clickato! In bocca al lupo!

P.S. Dì al tuo datore che con me può avere ancora più traffico! Ecco il FAIL! :p

kay ha detto...

F: speriamo
dario: ahah grazie, ma il mio valore aggiunto è che ci metto il cuore :D

Anonimo ha detto...

genio! del male, e del marketing!!!
clicco perché sei da anni uno dei miei guru spirituali/musicali/di viaggio, e quindi mi fido. comunque ho dato un'occhiata e quel blog è già i miei preferiti, sembra molto interessante (dato che anch'io lavoro nel marketing)

besicos

fio ha detto...

Tra parentesi, volendo, puoi anche dire alla signor(in)a claudiamartino che io il suo sito l'avevo visitato già ieri, quando tramite il tuo twitter sono arrivata al suo e di lì al sito in questione. insomma, il mio IP anglosassone dovrebbe essere visibile sia ieri che oggi, e per due motivi diversi!

f.

Tytty ha detto...

Fatto...

francesco ha detto...

done

ClaudiaMart ha detto...

:-) molto divertente ed originale
gli effetti del kay-promo si vedono!
mi fa piacere leggere che la tua impressione nel complesso è positiva, di sicuro l'entusiasmo che trasmetti è cosa rara.
ps: i cv sono tanti, è vero, ma le persone che ho incontrato si contano sulle dita di una mano ;-)

kay ha detto...

Grazie mille Claudia! Tutto questo magari contribuirà pure a creare hype su questo nuovo sito, chissà :)

effe ha detto...

helped out...

Mude ha detto...

cliccato! buona fortuna, se il lavoro è figo è già tanto

silvia ha detto...

cliccato! in bocca al lupo ;)

stefano ha detto...

Cliccato 2 volte perchè i link erano 2 :-) :-)

Anonimo ha detto...

cliccato, un contributo alla realizzazione di un sogno certamente non si nega! Bel blog, il tuo "target", ma vista la varietà degli argomenti citati sul marketing online penso ti ci vorrà anche un po' di più per impressionarla... ;-) dai che le tue esperienze precedenti non sono poi così ristrette in materia, hai osservato un panorama che ti da una esperienza abbastanza superiore alla media. Io lo so... In bocca al lupo. M

kay ha detto...

Grazie grazie!
M: sì forse per impressionarla ci vuole di più, però se tutti quelli che hanno cliccato qui hanno cliccato anche lì, le sono arrivate tipo 500 visite in due ore e non mi sembra malaccio dai. per avere buoni risultati avrei dovuto tenere un blog anche durante il mio lavoro precedente, ma purtroppo non ne avevo più il tempo eheh :)

Nelli ha detto...

sei troppo forte
se vieni a stare a Firenze magari ci incontreremo non solo alla sigmagi :-)
intanto ci conosceremo alla cena di sabato delle geek girls
ciao
elena

Icelord ha detto...

Ma commentano solo donne? Vabbè!
Ho visto l'altro post, quindi è andata bene con Claudia, in bocca al lupo, è una bella sfida ed hanno messo su un bel gruppo di lavoro! :)